Il 22 Ottobre 2014 è stato depositato presso gli organi competenti il 1° Contratto Collettivo Nazionale per Codisti. 

Il Codista, figura professionale da me inventata, con il contratto collettivo nazionale da oggi è  regolarmente riconosciuta a livello professionale su tutto il territorio nazionale.

Fin da subito, da quando sono partito con il mio lavoro da Codista, ho sempre perseguito l'intento di dare a questa nuova figura professionale la sua collocazione naturale in un contratto collettivo nazionale riconosciuto e per questo ho seguito tutte le indicazioni del Ministero del Lavoro . 

Il Contratto Collettivo Nazionale per Codisti  è un "contratto a chiamata",  nuovo e flessibile che comporta diversi sgravi fiscali per le aziende e permette in brevissimo tempo  di poter assumere i codisti  per reinserirli immediatamente del mondo del lavoro. 

Il codista, anche dopo un breve periodo di lavoro,  può essere assunto a tempo indeterminato dall'azienda.
E' un contratto che si può applicare in Italia ma anche all'estero e in diversi Paesi europei.

Nel contratto collettivo nazionale sono previsti tre livelli di mansioni del codista : 

1° livello : Codista con mansioni basilari

2° livello : Codista impiegato

3° livello : Codista professionista e consulente aziendale 

Il Codista non si può improvvisare, ha bisogno di essere opportunamente formato e per tale motivo per evitare di immettere nel mercato del lavoro persone impreparate, io mi occupo personalmente e in modo autonomo di tenere in varie città i miei corsi di formazione di preparare, formare e certificare gli aspiranti codisti. 

Con la mia agenzia di collocamento, mi occopo gratuitamente per le aziende che mi contattano per offerte di lavoro,  di selezionare i Codisti certificati più preparati e affidabili .


Giovanni Cafaro il primo codista italiano 

Bookmark and Share

visitatore n.

contatore